Altri aspetti ambientali

 

Sostanze lesive per l’ozono

Sostanze lesive per l’ozono sono esclusivamente derivate dai liquidi refrigeranti impiegati negli impianti di condizionamento, dotati di circuiti chiusi.

Salvo perdite accidentali e non prevedibili di tali sostanze, non sono presenti emissioni libere in atmosfera correlabili alle attività produttive.

 

Emissioni di SO2

Nel 2011, l’emissione diretta di SO2, derivante dalla combustione di gasolio e olio combustibile, è stimabile in circa 200 tonnellate.

Biodiversità

Per Pirelli l’integrazione dei propri siti all’interno dei contesti territoriali è un aspetto imprescindibile del proprio agire sostenibile e per questo Pirelli pone la massima attenzione a garantire che le proprie attività non interferiscano con la biodiversità che li caratterizza.

Attualmente, tre sono i siti di Pirelli ubicati all’interno o in prossimità di aree protette e ad elevato valore per la biodiversità.

Il sito di Vizzola Ticino, avente una superficie di 26 ettari, fa parte del Parco del Ticino in Lombardia, area MAB (Man and Biosphere, un insieme di 425 riserve della biosfera in 95 Paesi del mondo) dell’UNESCO.

Gli impatti ambientali e sulla biodiversità dell’area non sono significativi, malgrado ciò è stato implementato un sistema di gestione ambientale, certificato ISO 14001, per garantire il massimo livello di tutela dell’ambiente incluso il rapporto con i principali stakeholder.

In aggiunta al sito di Vizzola, altre due unità produttive Pir elli sono localizzate o adiacenti ad aree protette e/o di significativo valore per la biodiversità. Si tratta del sito di Breuberg in Germania, con un’estensione di 68.7 ettari, che si trova di fronte a un’area protetta da regolamento regionale, e del sito di Gravataì in Brasile, avente una superficie di 57.4 ettari, di cui 16 di ecosistema terrestre tutelati dalla legislazione federale.

In entrambi i casi la presenza del sistema di gestione ambientale certificato ISO 14001 garantisce che tutti i potenziali impatti ambientali, sebbene valutati come poco o per nulla significativi, siano tenuti in debita considerazione e gestiti al fine di ridurre al minimo ogni possibile impatto.

Durante il mese di gennaio del 2012, il sito produttivo di Gravataì (Brasile) ha patrocinato e partecipato attivamente alla riqualificazione del Rio Gravataì, che scorre in prossimità del sito. L’evento, organizzato dalle Autorità Pubbliche, ha visto il coinvolgimento della comunità locale per la sistemazione di questa preziosa fonte di acqua naturale e del relativo ecosistema, al fine di valorizzarne e tutelarne la biodiversità.