Cultura della sicurezza

Pirelli è fortemente impegnata sul fronte della diffusione della cultura della sicurezza stradale, fornendo un contributo fattivo al piano globale della Decade of Action for Road Safety 2011-2020” lanciato dall’Onu e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Pirelli è anche particolarmente attenta agli obiettivi di riduzione degli incidenti stradali posti dalla Commissione europea attraverso la Carta Europea per la Sicurezza Stradale (European Road Safety Charter), di cui è sottoscrittrice.

Secondo una ricerca dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni anno circa 1,3 milioni di persone perdono la vita a causa degli incidenti stradali in tutto il mondo. Una cifra che, in assenza di azioni di prevenzione, è destinata a crescere a 1,9 milioni nel 2020. Gli incidenti sulle strade rappresentano la prima causa di mortalità fra i 15 e i 29 anni. Vanno aggiunti i feriti, stimati tra i 20 e i 50 milioni l’anno, con un impatto sociale ed economico stimato in alcuni Paesi tra l’1 e il 3% del prodotto interno lordo.

Una mobilità realmente sostenibile è perseguibile ove a prodotti sicuri per le persone e per l’ambiente si accompagnino comportamenti responsabili e consapevoli da parte dei consumatori. Per Pirelli, lavorare per diffondere la cultura della sicurezza stradale è una questione di sostanziale responsabilità sociale.