Informazione e Formazione

Nel 2012 entreranno in vigore due nuovi regolamenti europei che hanno lo scopo di migliorare la sicurezza e l’efficienza ambientale ed economica del trasporto su strada attraverso la promozione di pneumatici sicuri, che favoriscano l’efficienza nei consumi e con bassi livelli di rumorosità.

Regolamento sulla Sicurezza Generale del Veicolo (661/2009)

Con questo regolamento, che entra in vigore 1° novembre 2012, la Commissione Europea si è posta l’obiettivo di migliorare la sicurezza stradale, attraverso una politica di approccio integrato a beneficio degli utenti, dell’ambiente e dell’industria.

Esso prevede l’obbligo di dotazione su tutti i veicoli di alcuni dispositivi di sicurezza, come ad esempio il “sistema di controllo elettronico della stabilità”; per quanto riguarda le misure di sicurezza dei pneumatici, prevede la dotazione obbligatoria del “sistema di monitoraggio della pressione” sulle auto, oltre a richiedere nuovi limiti riguardo alla resistenza al rotolamento su auto e su tutte le categorie dei veicoli pesanti. Sempre per questi tipi di veicoli e rispetto ai limiti già in vigore dal 2001, il regolamento stabilisce anche nuovi limiti riguardo alla rumorosità e alla tenuta su bagnato dei pneumatici per automobili.

Regolamento sull’Etichettatura dei Pneumatici (1222/2009)

Dal primo novembre 2012, tutti i nuovi pneumatici per vetture, veicoli leggeri e veicoli pesanti immessi sul mercato europeo dovranno avere sul battistrada un’etichetta che informi i consumatori sull’efficienza nel consumo di carburante, sull’aderenza sul bagnato e sulla rumorosità esterna da rotolamento dei pneumatici che stanno per acquistare. La valutazione sull’efficienza e sull’aderenza sul bagnato avviene sulla base di una scala che va dalla classe “A” (la classe verde, la migliore) alla “G” (la classe rossa, la peggiore). Si tratta di un sistema di classificazione simile a quello già utilizzato per gli elettrodomestici.

Negli Stati Uniti è invece richiesta l’informativa Uniformity Tyre Quality Grading (UTQG): si tratta di prescrizioni attualmente in fase di revisione, nelle quali è prevista l’aggiunta del grado di resistenza al rotolamento.
Tutto il prodotto Pirelli venduto riporta in ogni caso un safety warning sul fianco dei pneumatici, sebbene ciò non sia richiesto da previsioni di legge.

Prescrizioni sull’etichettatura dei pneumatici sono in vigore in Giappone (l’adesione è su base volontaria) ed entreranno in vigore quest’anno anche in Korea.

Sotto la presidenza di Francesco Gori, COO di Pirelli che a fine 2011 ha concluso il suo secondo mandato triennale come presidente ETRMA (European Tyre & Rubber Manufacturers’ Association), l’associazione ha lavorato in modo particolarmente intenso per la messa a punto delle prescrizioni di attuazione dei regolamenti europei sopra menzionati. Pirelli, in qualità di Premium Tyre Company, ha supportato e supporta infatti pienamente la nuova regolamentazione, particolarmente per la trasparenza che essa introduce a favore del consumatore, che potrà così effettuare una scelta di acquisto consapevole con riferimento a parametri essenziali.

Altrettanto trasparentemente Pirelli ricorda ai consumatori che i tre indicatori coperti da etichettatura (resistenza al rotolamento, rumore e frenata su bagnato), pur essendo essenziali, non esauriscono i parametri che è necessario valutare per comprendere l’effettivo “valore” di un pneumatico in termini di performance e sicurezza. Una lunga lista di parametri - tra questi la frenata su asciutto, acquaplanning, tenuta di strada - costituiscono elementi essenziali e caratterizzanti dei pneumatici Pirelli, che l’azienda ovviamente testa con la massima attenzione, ferma restandone la continua innovazione.

Non ultimo, è importante trasferire ai consumatori i concetti per cui risparmio carburante e sicurezza stradale dipendono fortemente anche dallo stile di guida delle singole persone, così come dalla manutenzione corretta dei pneumatici, dal controllo dello stato di usura e della pressione.

Si precisa che anche nel corso del 2010 non ci sono stati casi di non-conformità a regolamenti o codici volontari riguardanti le informazioni e le etichettature dei prodotti/servizi.

Pirelli fornisce costantemente informazioni ai clienti-distributori e ai consumatori finali, con riferimento sia al prodotto che alle iniziative ad esso collegate, attraverso molteplici strumenti.

Il 2011 ha visto il completamento del nuovo sito internazionale www.pirelli.com, rivisitato radicalmente nel 2010, nell’ottica di un maggiore supporto al consumatore nella scelta del prodotto più adatto alle proprie esigenze.

Più in particolare, il configuratore Find your perfect tyre (tradotto “trova il pneumatico perfetto per te”) è un percorso che coinvolge il consumatore partendo dalle sue caratteristiche personali e di guidatore, per accompagnarlo passo dopo passo sino a scoprire il pneumatico più adatto grazie a test virtuali e interattivi.

Sempre nel corso dell’anno sono state completate e rese operative le versioni locali del sito Pirelli, in concomitanza con i GranPrix di Formula 1.

Altri strumenti tutorial e di configurazione interattiva sono offerti nelle sezioni dedicate ai business Car, Moto e Truck, ciascuno con le proprie peculiarità mirate al target di riferimento.

Primo fra tutti il tutorial relativo all’introduzione delle citate etichettature europee (Regolamento Europeo 1222/2009). Oltre alla spiegazione tecnica di ognuno dei tre criteri di classificazione dei pneumatici (resistenza al rotolamento, frenata su bagnato ed  emissioni di rumore) il consumatore è guidato attraverso un innovativo simulatore che permette di comparare le prestazioni delle differenti classi di grading e di scoprire i benefici derivanti dalla scelta di pneumatici più performanti.

Già attivo per il truck, il tutorial sarà implementato entro il primo trimestre 2012 anche nella sezione vettura dei siti europei, con l’obiettivo di facilitare la comprensione e la lettura stessa delle etichette per il consumatore finale. Grazie anche a queste importanti attività, il 2012 segnerà un’ulteriore passo fondamentale per le attività di Pirelli nel mondo digitale e per il suo impegno verso il consumatore, sia esso Car, Moto oppure Truck.

GETTYRE è a sua volta il sito e-commerce di Pirelli e Metzeler dedicato ai possessori di moto e scooter. In collaborazione con la rete di rivenditori presenti in ogni regione italiana, GetTyre.it è il negozio ufficiale online che espone gamma di pneumatici e offerte speciali in modo trasparente per il consumatore. Il sito é già attivo in Italia e in Spagna. Entro la prima metà del 2012 è inoltre prevista l’integrazione dell’e-commerce nel catalogo prodotti del nuovo sito Metzeler.

Pirelli ha inoltre introdotto per il 2012 una nuova newsletter digitale indirizzata ai propri clienti, Paddock News.

L’obiettivo principale è quello di fornire un nuovo strumento di comunicazione e di contatto con il trade, costituito da una edizione internazionale, guidata da Milano, e una edizione in lingua locale per ogni singolo mercato in cui Pirelli è presente. In cinque numeri l’anno Paddock News presenta una galleria dei nuovi prodotti, novità dall’azienda e dalle sue business unit: Car, Moto, Motorsport e Truck.

Nell’ambito della comunicazione cartacea invece rivestono un ruolo primario le riviste aziendali Pirelli World e, per il Brasile Giro, oltre alle pubblicazioni per il mercato internazionale tra cui Truck, la rivista dedicata al mondo dell’autotrasporto, disponibile anche online e pubblicata in Europa in quattro lingue (italiano, spagnolo, tedesco, inglese) e in Sud America in due (spagnolo e portoghese); per Pirelli costituisce un appuntamento costante con rivenditori e professionisti del trasporto, uno strumento fondamentale per diffondere informazioni e aggiornamenti relativi a prodotti e applicazioni.

Nel corso del 2011 si è rafforzato a livello locale il progetto Tyre Campus, con cui Pirelli ambisce all’eccellenza nella formazione sul prodotto sia in termini di contenuti che di metodologie: dalle visite in fabbrica alle simulazioni sulle prestazioni del pneumatico, informazione e formazione sono davvero a 360 gradi. Il numero di partecipanti alla formazione, sul prodotto nel 2011 è aumentato dell’80% rispetto all’anno precedente, con feedback molto positivi da parte di tutti i mercati.

In aggiunta si sono poste le basi per un progetto 2012 che prevede la creazione di una piattaforma elearning Pirelli dedicata ai dealers. Tale piattaforma consentirà una crescita esponenziale dei clienti che avranno accesso alla formazione di prodotto.