La Sicurezza del Consumatore finale al centro del Pirelli Sustainability Day

Il 23 gennaio 2012 a Milano si è tenuto il Pirelli Sustainability day dal titolo “Pirelli Sustainability: a safe road to the future”, conferenza internazionale dedicata alle tendenze evolutive in tema di attenzione alla salute e sicurezza del consumatore, all’ambiente e con un focus sulla sicurezza stradale.

La conferenza, aperta dal presidente di Pirelli Marco Tronchetti Provera, ha visto gli interventi del ministro dell’Ambiente Corrado Clini, del vice presidente della Commissione europea e responsabile per l'Industria e l'Imprenditoria Antonio Tajani, di Peter Bakker, presidente del World Business Council for Sustainable Development (WBCSD). Hanno preso la parola anche Nikhil Chandavarkar, responsabile Comunicazione della divisione Sviluppo Sostenibile - Dipartimento delle Nazioni Unite, Carlo Fidanza, membro della Commissione trasporti e turismo del Parlamento europeo, Francesco Gori, COO di Pirelli, Toby Webb, fondatore e presidente di Ethical Corporation e Jeremy Rifkin, presidente della Foundation on Economic Trends.

Tra i temi del dibattito, l’evoluzione della figura e del ruolo del consumatore all'interno di un sistema economico che negli ultimi decenni ha segnato profonde modifiche nei modelli di sviluppo e nelle dinamiche di mercato. Per l’economista Jeremy Rifkin è il “prosumer”, il nuovo produttore-consumatore, la figura che si affermerà sempre più grazie al “capitalismo distribuito”: un soggetto che incarna interessi diversi e apparentemente contrastanti con i quali le aziende dovranno sempre più confrontarsi. Conciliare questi interessi sarà uno stimolo per le aziende a individuare nuovi modelli di crescita più sostenibili.

Nel corso dell’evento Pirelli ha siglato un accordo volontario con il ministero dell’Ambiente in base al quale si è impegnata a calcolare l’impronta di carbonio (carbon footprint) relativa all’intero ciclo di vita di un pneumatico rappresentativo dei propri prodotti, individuando gli interventi economicamente più sostenibili ed efficienti per ridurre le emissioni di gas a effetto serra. Pirelli è infatti da anni impegnata nella riduzione delle proprie emissioni di gas a effetto serra (carbon management). L’accordo firmato dal Ministro Corrado Clini e dal presidente di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, si inserisce infatti nell’ambito delle diverse azioni condotte da Pirelli per contenere gli impatti ambientali.

Nel rispetto dell’approccio sostenibile adottato da Pirelli in tutte le proprie attività, il Sustainability Day ha ottenuto la certificazione secondo lo standard BS8901, livello “Advanced”. Lo standard BS8901 regola il sistema di gestione sostenibile degli eventi. La valutazione di terza parte volta al rilascio della certificazione ha quindi riguardato la gestione di tutti gli aspetti sociali, di salute e sicurezza e ambientali lungo tutta la filiera di fornitura coinvolta nella progettazione e nella realizzazione di questo evento. Le emissioni di CO2 prodotte in virtù del “Sustainability Day” sono state completamente compensate attraverso attività di riforestazione.