Le clausole contrattuali di sostenibilità

Dal 2008 le clausole di sostenibilità sono sistematicamente introdotte in contratti e ordini di acquisto di beni e/o servizi e/o opere, sia con fornitori privati che con la Pubblica Amministrazione (o enti/società da essa controllati) o le NGO, in tutto il mondo.

Nel corso del 2011 le clausole sono state riformulate, in ottica di semplificazione sintattica, pur mantenendo gli elementi cardine di responsabilità sociale, ambientale, etica di business attualmente presenti, nonché la previsione di verifica da parte di Pirelli mediante Audit. In particolare le clausole:

  • richiedono consapevolezza, da parte dei nostri fornitori, di princìpi, impegni e valori contenuti nei documenti della sostenibilità di Pirelli, ovvero “I Valori e il Codice Etico”, le “Linee di Condotta” e la Politica "Responsabilità Sociale per Salute, Sicurezza e Diritti nel Lavoro, Ambiente, pubblicati ed accessibili da web, che sanciscono i princìpi cui Pirelli informa la gestione delle proprie attività ed i rapporti con terze parti, contrattuali e non.
  • richiedono ai Fornitori di confermare il proprio impegno a:
    • non utilizzare né dare sostegno all’utilizzo del lavoro minorile e del lavoro obbligato;
    • assicurare pari opportunità e libertà di associazione, promuovendo lo sviluppo di ciascun individuo;
    • opporsi all’utilizzo di punizioni corporali, coercizione mentale o fisica, abuso verbale;
    • rispettare le leggi e gli standard industriali in materia di orario di lavoro e garantire che i salarisianosufficienti a soddisfare i bisogni primari del personale;
    • stabilire e mantenere attive le procedure necessarie per valutare e selezionare fornitori e subfornitori sulla base del loro livello di responsabilità sociale ed ambientale;
    • non tollerare alcun tipo di corruzione in qualsiasi forma o modo, in qualsiasi giurisdizione, neanche ove attività di tal genere fossero nella pratica ammesse, tollerate o non perseguite giudizialmente;
    • valutare e ridurre l’impatto ambientale dei propri prodotti e servizi lungo tutto il relativo ciclo di vita;
    • utilizzare responsabilmente le risorse con l’obiettivo di raggiungere uno sviluppo sostenibile che rispetti l’ambiente e i diritti delle generazioni future;
    • imporre i suddetti principi, valori e Politiche ai propri eventuali subcontraenti e sub-fornitori, vigilando regolarmente sull’effettivo rispetto di tale obbligo da parte degli stessi.

In base alle clausole di sostenibilità a Pirelli è riconosciuto il diritto di verificare in ogni momento, direttamente o tramite terzi, l’avvenuto adempimento, da parte del fornitore, degli obblighi assunti da quest’ultimo. In ottica di massima garanzia le clausole  sanciscono l’obbligo per i fornitori di denunciare ad apposito indirizzo e-mail (lo stesso previsto nella Procedura di segnalazione di  Gruppo) qualsiasi violazione o sospetta violazione essi ravvisassero con riferimento a “I Valori e il Codice Etico”, le Linee di Condotta e la Politica "Responsabilità Sociale per Salute, Sicurezza e Diritti nel Lavoro, Ambiente” del Gruppo Pirelli.

Le clausole di sostenibilità sono tradotte in 24 lingue straniere, al fine di garantire massima chiarezza e trasparenza nei confronti del fornitore in tema di obblighi contrattuali che lo stesso assume non solo nei rapporti con l’Azienda medesima, ma presso la sua stessa sede e nei rapporti con i propri fornitori.